Emergenza Nord Africa: Il Piano d’accoglienza favola Tra e realtà

11 Maggio 2011 : cui ì Anche i dati in iniziava a Bologna, ai Prati di Caprara, l’Attuazione Piano di accoglienza adottato straordinario dal governo alla cosiddetta per lontano fronte Emergenza Nord Africa .

Allora Gli ospiti della struttura, un ex magazzino magazzino e militare ribattezzato “Centro di prima accoglienza migranti S. Felice” erano 25. La figura raddoppiata se Nelle causa Settimane successive GIA, per poi velocemente Raggiungere contingente RISPETTO ai di 130 150 posti letto disponibili: Tutti nigeriani in Fuga dalla Libia in fiamme dell’Ex Colonnello Gheddafi.

Le cronache, inizialmente, dipinsero Il Piano di Accoglienza ( “Repubblica” ho definito un miracolo ), Affidato e Finanziato dal Governo, il processo di Protezione Civile, il Comitato Regionale della Croce Rossa Italiana, mangiare un organizzativa macchina straordinaria Capace di offrire, Oltre alla Libero di futuro Speranza e dignitoso in Italia, Una vera e propria casa Agli aventi diritto all’asilo politico: Uomini, Donne e Bambini Che il peso portano di sacrifici e Sofferenze Certamente meritevoli di tutela.

Il sito web della Croce Rossa, pagina Nella Dedicata al Centro migranti S. Felice , Elenca Tutta A che serie di attività se svolgerebbero e se mi sarebbero svolte bene Nella Strutture adesso, Tra cui il spiccano supporto psico-sociale, l ‘Informazione legale, l ‘Insegnamento della Lingua Italiana, ai corsi di Formazione Professionale fine e stage formativi.

La Realtà a piu riprese denunciata in QUESTI 660 giorni di accoglienza, di mangiare troppo Accade Spesso, E ben diversa.

Ottobre 2012, i Rifugiati dicevano: “ABBIAMO bisogno Nostri dei documenti”

Le Testimonianze dei Rifugiati (Attraverso Fatte Cortei, presidi sotto le Sedi delle Istituzioni, Assemblee Pubbliche e lettere della posta all’attenzione cittadinanza) e le messe in Circolazione Dagli foto attivisti Sociale che hanno TPO Centro Seguito da sempre la vicenda, documentano infatti una fatiscente Strutture priva di acqua calda e di Riscaldamento, con letti cadono Pezzi Che.

Persino E Il Vestiario Frutto delle Donazioni di Comuni Cittadini, all’interno della Ricerca disperata dei cassonetti della spazzatura non è.

Di Fatto, STIAMO quindi cianciando di un’area adibita ad un vero e proprio campo profughi : Denominazione Che Nella collettiva Coscienza e Esperienze Nelle empiriche, solleva di Certo non l’idea di un Resort, tantomeno di un sopracitato “Io miracolo”.

Miracolosa, sono non misterioso, Piuttosto, risulta alla luce dei Fatti la scomparsa Dei 3 Milioni di euro Oggetto della CONVENZIONE stipulata Tra i gestori di- il pianoforte CRI e le Istituzioni. Calcoli alla mano, trattasi di giorno 40-46 euro a migrante OGNI al dell’assistenza fruitore .

Ma parte I Conti nelle tasche, gonfie, di chi ha Determinato destinazione ile dei Finanziamenti e l’umiliante Condizione dei Migranti costringendoli a soggiornare in uno Strutture indegna, ma paradossalmente dotata di tavolo da ping-pong, la mancanza Più grave denunciata Dai Rifugiati E Quella di Una certezza Qualche per il futuro.

In this arco di tutto il tempo, I piu Fortunati atteso Hanno per 18 mesi un temporaneo e permesso di soggiorno / o svolto Hanno libero (simbolico Retribuzione di Spesso ad un euro ALL’ORA) dei Lavori Presso il tribunale o Altri Uffici Pubblici. L’integrazione disponibile Dalla CONVENZIONE se è qui esaurita.

I migranti, da parte Loro, Hanno sempre rifiutato this tipo di assistenzialismo Che sterile, se tradotto in abbandono delle Nazioni Unite, rivendicando risale l’ETA della Giovane stragrande Maggioranza di Loro ei trascorsi lavorativi in ​​Libia, disponibilita Massima intesa mangiare Volontà di Apprendimento della Lingua Italiana , ma Anche Determinazione poter mangiare dimostrare di Più Le saper svolgere svariate mansioni.

Il tempo, ma scorre in fretta e si nutre ile timore della Perdita di OGNI tipo di appiglio Giuridico, alloggiativo ed economica non personale in Italia, ma also nell’Area europea. I migranti Sono Ancora in attesa dei Titoli di equipollenti al Passaporto viaggio, promessi recentemente dà un Funzionario della Prefettura DOPO Forti Pressioni.

Il 28 febbraio scade infatti, avariato si mangia lo yogurt, il piano d’accoglienza.

Il paradigma emergenziale, fallimentare Veicolo di Risposta Che ai flussi Migratori in entrata crescono esponenzialmente al verificarsi di Conflitti (nel caso in cui rivoluzioni arabe this), non si esaurisce di Certo nel caso, emblematico pur, dei Prati di Caprara.

I migranti malinesi, nigeriani, somali, sudanesi, ho concluso cui il burkinabé significato sarebbe dà diffondere, being “abitante della Terra degli Uomini Degni” Burkina Faso – ile Ossia Sono infatti in fermento in molte città d’Italia: Senigallia , Venezia , Palermo , Lampedusa, per citarne ALCUNE, rivendicano libertà e Dignità per Tutti / e.

11 febbraio 2013: i migranti chiedono di Essere ricevuti in Prefettura

Impressionanti, sono non agghiaccianti, Sono le Tra i Giochi di analogia Bolognesi prestigio e Quelli esercitati Altrove: Magie di cui Sono Oggetto, Ancora Una Volta, i Fondi stanziati per l’accoglienza il fine cui, vale la pena di ricordarlo spartiacque being Tra (cattivo) Gestione e il nulla, e Il 28 febbraio.

Croce Rossa, la Caritas, la struttura e firmatarie Altre privato Strutture delle Convenzioni, Fanno sorgere non pochi del Dubbi in Merito alla Gestione dei Finanziamenti. Danno invece amare Certezze, adesso bene, RISPETTO alla estraneità totale dei migranti a percorsi di Funzionali a Prospettive future Inserimento.

La Piattaforma “globalproject” il Progetto “Melting Pot” rete “Tuttidirittiumani” e sarà realta locali di associativo tipo e non, Tra cui la Progre STESSA, Stanno lavorando affinchè this Scadenza non il SIA preludio di espulsioni, Povertà, aumentare dell ‘illegalità, delle violazioni dei Diritti Umani della massa e dei Corpi trattenuti Nei CIE.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *