Srebrenica: un genocidio sconosciuto

Lascio alle mie ile Spalle gelo e la neve bosniaca. Dal vetro posteriore del bus Riesco yl scorgere Profilo di minareti e Campanili Che il compongono multietnico della città orizzonte. Saluto Sarajevo, DOPO Averla vissuta per quattro giornate dense e Difficili, donandomi che è entrata Un’esperienza inevitabilmente un gran lunga parte della mia Coscienza. E al this ringrazio ile CCSDD, Che OGNI anni se spende per this Organizzare viaggio di studio.

Scrivo questo articolo MENTRE, il Che sul pullman mia Portera a Spalato, in Croazia, per poi alla volta di Ancona imbarcarmi, Vedo sfilare una serie di Jeep e Furgoni delle Forze Militari dell’Eurofor battenti austriaca Bandiera. E ‘L’ultimo Messaggio Che Vuole mandarmi Bosnia. Paese riappacificato un non Ancora, Ancora Dove sono le Tensioni interne molto ACCESSO ,, E che per EVITARE di Nuovi Conflitti del Accettare di buon grado Presenza di militari proprio sul Forze straniere territorio nascita DEVE.

Sarajevo e Una ferita aperta. Dovunque se Poggiano Gli occhi, se mi vedono Interi palazzi colpi crivellati da da fuoco di arma. QUANDO CI SI si imbatte in QUESTI inconsapevoli monumenti alla memoria, non ê Pensare impossibile da stessero provando cosa che PERSONE rinchiuse nel Loro Guscio teoricamente sicuro delle caso, MENTRE subivano dall’esterno Attacchi di mitragliatrici ed Altre ermellino. Ma, Anche provandoci, ci si rende conto della propria annuncio incapacità immedesimarsi a Una similitudine Situazione.

Nel corso di Sarajevo principale, nel raggio di Cento Metri, SI TROVA una moschea una chiesa ortodossa, sinagoga una cattedrale ed. Segni della centenaria Multi convivenza religiosa, infrantasi però degli anni ’90 Agli Inizi, portando il Conflitto Terribile bosniaca.

L’Esperienza Che mi ha segnato maggiormente Che Non Sono Ancora e riuscito has been ad assimilare pienamente la visita Srebrenica enclave incastonata fra le montagne Gelide confinare con la Serbia, famosa Seguito della commesso massacro Dalle truppe serbo-bosniache divenuta guidate dal generale Mladic (recentemente ho arrestato corte Dalla penale internazionale) uccisione di che l’Ordino Musulmani bosniaci 8000. E ‘piu Il Grande DOPO avvenuto sterminio in Europa Gli eventi della Seconda Guerra Mondiale.

Qui, Ho Avuto la possibilita di entrerà nel contatto chat con Le donne di Srebrenica, con l’Associazione costituitesi in Obiettivo di Quello che Ricordare a tutti E Successo in QUESTE terre. Donne che hanno perso, Nella maggior parte dei quasi Tutti i propri cari. Nonne rimaste senza figli e nipote, Madri senza rimaste mariti e Figli. Sorelle cui cattiveria Umana ha Portato via i propri fratelli. Di QUESTE keeping I volti Signore, in MOLTI quasi se vedono occhi spenti, Espressioni rassegnate, pronte però ad accendersi Durante il racconto delle proprie storie, tragedie Anzi. E ‘impossibile per Una trattenere lacrime madre MENTRE parla dell’ultimo saluto fugace al Figlio proprio. E ‘impossibile per un non alzarsi madre in Piedi, alzando Voce facendosi trasportare Dalla Rabbia, MENTRE Parla Dei propri figli, mariti, Ai Quali non sepoltura ha potuto tutt’ora Dare. Molte di QUESTE donne Non Sono riuscite ad interrare in propri cari. Ogni Giorno E Vivono con Speranza di ritrovare Vestiti o Ossa possibilmente riconducibili al Figlio o Marito possedere. Al fine dei conti non Che le ossa davvero importa Siano del defunto proprio Perché Tutti sono qui accumunati Dalla stessa Terribile sorte. Sono non proprio figlio, Saranno di un Suo amico con il Quale ha Condiviso Gli ultimi momenti della propria Esistenza. L’importante e riuscire, di osare Una sepoltura Degna. Vieni a dire una di QUESTE coraggiose donne: “Tu sei pappagallo anime trovano ritmo, Anche ritmo noi avremo” Vogliono Avere Un luogo in cui portare dei Fiori, dove Ricordare poterli e piangere, colomba Poter yl condividere proprio dolore senza farsi sopraffare Dalla Viveme e Dalla rassegnazione.

QUESTE donne Sono l’emblema del coraggio e della forza Umana. DOPO AVER Abbandonato QUESTI Luoghi durante Conflitto ile, DECISO Hanno di ritornarvi per osare un Messaggio Ai perpetratori forte dei Massacri: voi non Avete Vinto. Noi siamo qua Ancora. Ci Avete tutto tolto, gli affetti, vita, ma noi siamo Ancora qua.

E quotidianamente percorrono Che le strade Ricordano inevitabilmente la guerra, terrore. Ma also La vita felice precedente i propri Familiari. Ogni Giorno, strade sua Gelide QUESTE, incrociano i occhi pappagallo Quelli che si Sono di PERSONE macchiate degli orrendi E che Non Sono delitti Ancora State data alla giustizia, potra Essere è mai ci Giustizia per QUESTE donne. Ma comunque SIA Loro sono qua, affrontando alta testa evento OGNI. IL MESSAGGIO Che e Piu vogliono pappagallo Dare forte Dai ricordi della Sofferenza provocata. Signora di bambini raccontava una terra con Le Che Fuori dal Corpo uscivano intestina propria, DOPO Essere STATI colpiti dà Granata. E sicuramente, OGNI volta che ritorna in this Luogo riaffiorano tremende QUESTE le immagini. Ma combatte Contro QUESTI Ricordi, Perché DEVE Essere chiaro Che chi è tutto cio ha compiuto Stato sconfitto comunque, Perché Sono QUESTE signore se aderire e Vivono Ricordare Per chi vive non piu.

In coro, signore QUESTE domandano un Noi non solo, ma Pure stesse pappagallo, e all’umanità in generale, “Ma dove eravate voi Stava MENTRE accadendo tutto cio? Dove era l’Internazionale Comunità? Perché ci Avete Abbandonato? Dove era l’Europe? Siamo ora dà Vienna a poche, minerale di poche al dall’Italia. E eravate dove? “Un Nostro gruppo ragazza, ovviamente TRA è ed è stato, ha provato ad Rispondere una Domanda this. Forse i cartoni animati Stava tenuta. E anche io ho Pensato una this. MENTRE qui, un Chilometri di poche centinaia Nostro Paese Dalla costa, un minerale poche in linea d’aria da Bologna, se Stava consumando un genocidio, venivano uccisi Bambini e torturati, Forse io ero in casa, mangiando l’ennesima Merendina e conservazione holly e Benji loro Italia1. Forse also dei facevo capricci. E ‘non sentirsi impossibile in colpa.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *