Reportage di sette Erasmus

ABBIAMO Scelto sette città: Aarhus, Amsterdam, Berlino, Montpellier, Parigi, Siviglia, Vienna (in ordine alfabetico).
Ho ABBIAMO provate a Raccontare in poche righe, condensando immagini, sensazioni e Consigli.
Com’è (o Stato com’è) per noi, l’Erasmus.

AARHUS

Mantenere la calma … e cerchiamo di hygge!
L’Hygge E parte della cultura danese Fondamentale. Letteralmente intraducibile Nelle Altre lingue … significa “avere un momento in compagnia degli Altri piacevole”. E ‘Una Cosa Che fare i Danesi Amano completamente controvertendo Qualsiasi Pregiudizio sul Nord Europa efficiente, ma freddo, tempo che non ha per gli Altri. Realizzare Per Buon Che premio momento hygge un cucire a farà Danese, dotarsi Sara Di Candele. Dopodichè si offrirà un dolce, a base possibilmente di mele o di cannella, e Sara Tutto il contornato ovviamente dà Fiumi di birra. E I poichè se si avvicina ile Natale, Amano Danesi ei il Natale, la birra Sarà rigorosamente lug-olo (birra Natale per l’appunto) bevanda dolce quasi dà voltastomaco ma immancabile è che se vuole vivere un pieno l’atmosfera Natalizia hyggelig versione.
Danimarca Amare E La più semplice cosa del mondo. L’e da when vieni travolta dà miriade di ciclisti consci del Fatto di Dominare la città, continua ad esserlo when di Chiedi Informazioni ad un passante e si lui se si rivolge con sorriso a 32 denti Facendo di tutto (Comprese Telefonate ad amici vari) per aiutarti . Amare E facile la Danimarca when ti ritrovi a Nuotare in Fiumi di Birra che sia possibile chiedendoti mangiare una sobria danese sia Così vario dà danese ubriaco. Non E impossibile amare la Danimarca QUANDO POI se si vive con il provenienti da Giovani Tutti i Continenti.
Ecco cos’è l’Erasmus. Imparare ad amare l’Europe, conoscerla per costruirla.
Francesca De Nisi

AMSTERDAM

L’Eerasmus quello che mi immaginavo un po ‘mangia un Pacchetto, in cui OGNI anno diversificata PERSONE ripetono l’Avventura STESSA. I Primi Giorni e Così probabilmente: Gli eventi Organizzati da ESN se ripetono di anno in anno: Le Feste, i locali, le Attività Sono le stesse. Cio che fa E Differenza l’Attività di Essere protagonista Quelle quell’anno, in Quella città. E Un mondo a parte this, quasi appositamente COSTRUITO, particolare. E divertente, ma e solista l’inizio.
Di Certo, Che il Capitale Umano se la possibilita di ha Conoscere in una e internazionale città inestimabile mangiare Amsterdam, lo scambio culturale Che avviene altrettanto. Richiede tempo Conoscere e Imparare, Posso dire Già Che Non Sono certezza sei mesi per nulla sufficienti per FARLO. Il tempo passa troppo in fretta. A un certo punto Certo INIZIA a Farsi Sentire Anche ritrovare la Necessità di Qualcosa qui in Un’altra Realtà e Qualcuno Sentire Che Faccia a casa. C’è di Necessità ho ritrovarlo Nelle PERSONE, nella città, NEGLI eventi, perfino Cio che in università in sto Studiando. Il Pagliaio in cui E cercare gigante, e pur le possibilita di Nuove crescenti scoperte, Rende un Volte this il proprio trovare difficile fa.
Quello che sto ricevendo ben Oltre io divertimenti stereotipati Che ci si Aspetta in this città di vivere o piu in generale a Erasmus, ma SI di Qualcosa di Più Tratta tagliente E che mi sta marcatura profondo per sempre. Sarebbe bello Stato menzionare solo nomi e luoghi in quest’articoletto, suggestiva avrebbe potenza di cio Un’idea forse della quantita di dati PERSONE e cuce in cui giorno DOPO m’imbatto e confronto giorno. Ma l’articolo mi E Così Uscito …
L’Eramsus E un’occasione, sta per mangiare poi ognuno decidere sfruttarla. Sarebbe intelligente e vincente cancellarla politicamente?
Giulia Travain

BERLINO

Per l’MOLTI Erasmus e Una Parentesi, il Che Il Giorno della Un’avventura INIZIA applicazione e Finisce con sguardi nostalgici scattate alle fotografie in Quei intensi mesi. Per Altri E tappa di un percorso cugino, ha dato una specie di Più che nda MANIA porta palloncino Angoli remoti: così la voglia di ripetere E l’emozione di Scoprire Nuovi Luoghi e Esperienze collezionare. Berlino Storia e Un’altra. Chi non PUÒ la vita dimenticarla e per sempre vi sottrae legato: Berlino non e Una tappa, ma un traguardo. Per this Che sarà il difficilmente rimane entusiasta ne turistica: Colpire PUÒ Che cosa quello sguardo appassionato Visitatore occasionale? Non di Certo i Ai Quattro monumenti sopravvissuti bombardamenti, né Menone sia la grigia architettura della DDR … Ma vieni PUÒ vivere altrove desiderare di chi ha la fortuna perdersi nia quartiere di Turchi, Mercatini dell’usato nia, NEGLI tozzo colomba Ancora di cultura sopravvivono brandelli allo Stesso tempo Libertaria e sentirsi al centro del mondo Nella Capitale di Un’Europa multiforme civile e Piena di speranze? Capitale d’Europa e anarchica città per eccellenza, e Centro Culturale della patria techno, Covo di artisti di OGNI Intellettuali e sorta … Berlino E Questo e Molto di più. E da tutto this Più non si torna indietro.
Fabio Tamburrini

MONTPELLIER

Il mio arrivo a Montpellier, nel 2010, ho la bontà Confermato vecchio adagio “Tutto il mondo è paese”. Appena entrato all ‘ Hotel de France (posto Che vi sconsiglio vivamente di visitare!), Si e l’albergatore lamentato dei Lavori in corso sulla strada (Rue de la République) per la terza linea del tram. Quindi dire Che per i commercianti se Lamentano Dappertutto, e il Che i Lavori per le Opere Pubbliche Durano sempre troppo.
E infatti Durano troppo, Soprattutto NEGLI studentati – Che Montpellier se CHIAMANO Cité U , dove U sta per Universitaires – e proprio Soprattutto MENTRE Nello Studentato è capitano ci ha vissuto. Non vi racconterò i dettagli del condividere un cesso e Altre dovuta docce con 27 PERSONE. Condividere con cui also cucina di 12 mq uno, Fornita di Ben a causa fornelli: un guasto prontamente.
Voi direte “col Cazzo che ford in Erasmus Montpellier” ma sbagliereste. When Che vi e diranno Montpellier Francese Bologna, BE, Così proprio e Non, ma ci si avvicina. Distanze percorribili collegate a piedi (bm, per I piu pigri, tram Che OGNI passano minuti 3-5); al centro di un’area coincidenti universitaria; locali per il gusto OGNI; kebabbari Ad ogni angolo; mini-market (Quelli che chiamiamo Bologna pakistano e il Che Sono in Francia épiceries ) Ad ogni incrocio. In piu di lui mense, Vere. Loro le CHIAMANO Remains U . Con tre euro mangi, di sesso maschile, ma forse di Meglio mangiare cucineresti suo un fornello rotto. E poi, sei in Erasmus mec .
Nicola Usai

PARIGI

Paris Non E da Erasmus, il Sanno tutti. Per i Costi, Soprattutto. Un affitto veramente sia la costa e è Vita impossibile per uno studente con una borsa di 200 euro e di Pochi soldi dà parte. Ma Paris E Paris , e viverci l’e Piu Che bella esperienza una persona Tariffa Possa. E ‘Stato Il Punto di arrivo di un percorso e l’inizio di Una Nuova era della mia vita. Parigi e Una città da interpretare, e la tariffa è Si Può in modi MOLTI, ma devi sentire tua, devi farne parte per Essere Dalla sua non schiacciato grandiosità. Camminare per le sue strade Che cosa e Una ha non Pari. Parigi E straordinaria Città sorprendente, bizzarra, Lucente, enorme. Essa riaccende, nell’animo delle PERSONE che sanno GUARDARE e Ascoltare, sopite e sconosciute Sentimenti e sensazioni. E Sono Le cose Più che non ti Aspetti per renderla città Più bella del mondo, non i monumenti, non le Chiese, non ho Boulevards affollati Dai Turisti e Più atipici grossolani. Ora capisco Perché l’arte ha Trovato casa qui, e Perche Gli impressionisti Amata l’Hanno l’hanno scelta e sfondo pappagallo mangia genio, e PIU PIU capisco ciò che amo. Amo this città Scoperto Perché ho visto me stesso, l’amore this città, Perché nel silenzio Riesci Tuo Cuore è fai a sentirne la magia Ancora. maestro this città Perché il Che Cosa ottieni visualizzare la scalinata sconosciuta di rue du Calvaire E che un’immagine Rimane per sempre.
Emanuele Monaco

SIVIGLIA

Insopportabile bouillon, Notti senza fine, Birra a Fiumi, ovunque fiammingo, eccezionale architettura, la Giralda, Parque Mar í Luisa, Plaza de Toros, Feste in casa annegate nel vino e nella musica, lezione Tutti i giorni, umanità e VICINANZA dei professori, eccessiva facilita gli esami, semplicità nell’apprendere la lingua, Amorevoli Vecchiette Che ti scambiano per toreador , sulla Discussioni monarchia, Perché annuncio continuo esistere, e Anche chi suddito formalmente, di oGNI amici Nazionalità, razza, colore, religione, politica e Orientamento Sessuale, coinquilini Brasiliani mangiare fratelli, cene Eterne trascorse a Parlare delle tradizioni di OGNI angolo del pianeta, tramonto sua Guadalquivir bevendo lambrusco (se proprio lui) di pessima qualità, coperchi Deliziose, prosciutti appesi al soffitto Che cholane Grasso, Triana e Nervi o n, Sentire l’inno Sevilla FC nel partita Contro il Barcellona con doppietta di Messi, unico presente sempre, Cruzcampo, Fiera di aprile con lui Ragaz ze al vestite tradizionale abito da Siviglia zingara, L’intera Spesa notte a improvvisarsi ballerini di bere fiamminga e rebujito , albeggiare addentando una polpetta di cioccolato Fatto Dagli zingari Dietro L’Angolo, tradizioni e novità mescolate assieme in un dipinto bel ambrogetta colorante andaluse.
Erasmus L’aprirsi e Stato di Nuovi Mondi cultura e nuove. Non rimanere rinchiusi nia e Nelle proprie propri pensieri convinzioni. Non aver paura di stravolgere i propri Concetti ma also e pregiudizi Riconoscere la Validità della città in cui vivo riscoprire Che l’amore per Bologna, nonostante non Abbia il mare, E severamente solo. Forse che me ne se non fossi allontanato, ne me starei Ancora lamentarsi.
Federico Ticchi

VIENNA

Freddo Dappertutto Il entra nel non sciarpa ha fondamentalmente una Cazzo e il calzino doppio E inutile, facevo annuncio Andare in scalzo rotazione grezzo. Il centro commerciale termometro segna -15 ° Lugnercity, che mai neanche vista per uno di Bolzano. È tutto sarà Secondo i miei Piani, in comodi e pratici 45 Minuti brodo Seduto Sono al SEGUIRE la lezione di Diritto costituzionale austriaca ( ‘na figata vede raccomando eh), naturalmente, m la sorte neanche E dalla mia mattina this parte e vedo sfrecciare ile Bim 2 (tram Viennesi) Murato di persone Davanti ai di miei occhi.
Tocca Farla collegate a piedi, mi dispiace non, Quando cammini in Una Nuova Città di fascicolo ci Sono e palazzi senza alcun significato, ma abbastanza tutto Questo e un attimo appartiene Perché ci ci ABBIAMO vissuto solo il Che Ancora non lo sappiamo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *