Torture di Stato

I fatti Sono Semplici e crudi: agenti di cinque, la polizia penitenziaria del carcere di Asti vengono accusati di ALCUNI Aver torturato detenuti; sentenza del Arriva il 30 gennaio 2012 con cui il giudice Crucioli decide:

  • un agente viene assolto perchè I fatti non sussistono
  • dovuto agenti di sentenza vedono uno non Luogo nia Loro procedere Confronti per Prescrizione di reatogli Ultimi
  • dovuto ricevono una decisione di non Luogo un procedere per mancanza di querela di parte.

Nelle Motivazioni della sentenza però LO STESSO Giudice Si descriva, also di Particolari con Ricchezza, Gli atti avvenuti all’interno del carcere: se parla di detenuti appesi a Cardini per i lacci delle scarpe, di privazione di cibo e sonno, di pestaggi e addirittura Continui di scalpi. E ‘che ovvio Tali violenze del sistema e intimidazioni di Essere Ben Debba Organizzato e strutturato all’interno dell’Ambiente per rimanere in Piedi, resa possibile dall’omertà generale cosa. Il giudice Crucioli afferma Che tali fatti Passano Essere catalogati “Là di OGNI al di ragionevole dubbio” di Sotto L’Etichetta “tortura” Cosi Come definita Dalle Nazioni Unite, ma Allora perchè i cinque Agenti sconteranno non nessuna esso? Perchè all’interno di ordinamento Il Nostro non ESISTE reato di tortura e la sentenza di Asti Riporta sotto i riflettori un inadempimento che porta avanti l’Italia da anni.

Storicamente Più Volte l’Italia ha dovuto tariffa I Conti Dai Suoi con perpetuato Quanto Pubblici ufficiali, Pensare abbastanza per cui agli interrogatori erano sottoposti i sospettati NEGLI anni Membri delle BR 80, guidati dal “Professore di Tormentis” , un accaduto Quanto a Genova nel 2001 bis VEDERE Quanto Oggi continueNo a MOLTI detenuti e Persone Presenti all’interno dei CIE.

Il primo selction di legge riguardante l’Introduzione del reato di tortura fu Presentato a Palazzo Madama dà Nereo Battello, Senatore ICP yl 4 Aprile del 1989, ma accettata racconto non fu Proposta; dobbiamo arrivare 17 Maggio 2012 per VEDERE Pietro Marcenaro, presidente della Commissione Diritti Umani del Senato, proporre la Previsione delle torture reato di Attraverso il disegno di legge n. 256, Che l’Chiede Introduzione dell ‘ arte. 593 bis del Codex penale .

E ‘importante s’intende per Capire la tortura, cioè la violenza, coercizione fisica o psichica tesa a punire, umiliare, intimidire una persona con Scopo di offendere la Dignità Umana elaborato l’utilizzo SETTORE Di Una deliberata e volontaria disumanità.

Già il CONVENZIONE ONU 10 Dicembre 1984 , dall’Italia ratificata con Legge 3 Novembre 1988 n.498, affermava yl Divieto di tortura perpetuata dà ufficiale Pubblico o of this istigazione, definendo all’art. 4 di OGNI l’Obbligo Stato di parte sarà guardare e di reprimere i Possibili Tentativi o Trasgressioni.
CONVENZIONE europeo per la Prevenzione della tortura (adottata al 26 Novembre 1987 Strasburgo il) ha istituito un Comitato con Compito ile sull’andamento degli Stati di Membri saranno guardare, e Più Volte quest’ultimo ha all’interno dei Suoi sottolineato rapporti Periodici ile bisongo urgente dell’Italia di prendere Provvedimenti e di Mettere in campo Nuovi sopperire Mezzi per una volta per Tutte a questo normativo vuoto riguardante l’atto di tortura.
Più in generale POSSIAMO alla rimandare “Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo” 1948, all’art.3 della “CONVENZIONE europea per la salvaguardia dei Diritti dell’Uomo e delle Libertà Fondamentali” Roma FIRMATA ile 4 Novembre 1950 e poi l. 4 agosto 1955 n.848; all’art.7 del “Patto internazionale relativo ai DIRITTI Civili e Politici” adottato New York il 19 dicembre 1966, poi l. 25 ottobre 1977 n.881.

This per tutto il che dire SI TROVA ordinamento Nostro Ancora in uno Stato di grave inadempienza dal punto di vista del diritto sovranazionale: la Previsione di reato di tortura E un internazionale Obbligo ed E che impensabile l’rimanga Situazione stagnante Ancora chissà per Quanto. Tutte le PERSONE Hanno il diritto di Essere Tali premuroso, di vedersi riconosciuti i diritti Umani, di sentirsi PROTETTI Soprattutto dall’ordinamento elaborati Stato dei Limiti che lo STESSO Da Ai propri Poteri Pubblici. Vengo Dalla evidenziato sentenza di Asti le Presenti nel Nostro normativo fattispecie Codice penale non riescono ad assorbire quasi mi ha dato la tortura, Non Sono i contenuti e le incisivi non adeguata pene; dobbiamo Tenere presente, InOLTRE, Che quegli torture atti di che non possono Essere provocano graui Lesioni puniti esclusivamente Seguito di querela di parte.

L’Introduzione di reato di tortura potrebbe finalmente Tutelare Le più fasce di Rischio, Quali detenuti e ricoverati in ospedali psichiatrici, ma also di Sicurezza si stesse Forze, Gli Agenti Che il, la polizia penitenziaria svolgono Lavoro e proprio serietà estrema correttezza E che per finiscono Stessi Essere Loro Vittime, rimanendo coinvolti Nelle piccole di Responsabilità Minoranze. E ‘importante che siano i Competenza finalmente riconosciuti mangiare tali sia per azioni Dirette Che per Aver istigato alla tortura, per Essere STATI Complici consenzienti o per non Aver eseguito di EVITARE l’Obbligo atti Tali; Necessario E che sia possibile quindi RESA una procedibilità d’ufficio che che porti una grave e pene escluda immunita EVENTUALI Diplomatiche.

E ‘quindi l’ora di Giunta una Civiltà Giuridica atto, ha preso una “colpa mea” da parte delle Forze Politiche multa che hanno annuncio Oggi Permesso Ritardo il Suo dell’Italia Mettersi a Pari nel Con gli obblighi Internazionali e il ritardo dell’Italia nell’Essere “Stato” per Tutti.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *